104
Roberto Mancini, allenatore dell’Italia, ha parlato così in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Svizzera: “C'è sempre tensione, è giusto che ci sia. E' importante, come contro la Turchia, c'è grande rispetto per la squadra che andiamo ad affrontare. Tifosi in maglia azzurra? Vorrei che macchiassimo noi, con i colori azzurri, il campo. Noi siamo molto felici, giochiamo l'Europeo e vogliamo rendere felici i nostri tifosi. Contro la Turchia è stata una partita difficile, abbiamo già tre punti, ma non significa nulla, dobbiamo provare a vincerle tutte, a fare il massimo". 

SVIZZERA - "E' una squadra che ha sempre messo in difficoltà l'Italia, è sempre tra le prime 10-12 del ranking, ha giocatori forti, che merita rispetto, con un allenatore che conosce bene l'Italia. Sono forti, quadrati, non dobbiamo sbagliare nulla. Le partite con la Svizzera sono sempre difficili".

TOLOI-DI LORENZO - "La nostra squadra è fatta di tutti titolari, quando cambiamo le cose vanno sempre bene. Poi dobbiamo giocare in 11, chi giocherà farà bene e non cambierà nulla. Anche se alcuni giocatori hanno caratteristiche un po' diverse".

DONNARUMMA - "Non so nulla, non so cosa accadrà. E' un grande portiere, è un bravo ragazzo. Se andrà al Psg farà bene, visto che è una grande squadra".

SHAQIRI - "E' un grande giocatore, all'Inter ha fatto quello che doveva fare. L'Inter era una squadra in costruzione, poi lui era del Bayern Monaco ed è tornato lì. E' una delle migliori mezzepunte d'Europa". 

VERRATTI  -
"Si sta allenando bene, da tre giorni con la squadra. Domani decideremo se verrà in panchina oppure no".