66
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"" .

Iniziamo affermando che no, non si tratta di uno scherzo. E' tutto vero e l'indiscrezione di calciomercato è riportata direttamente da L'Equipe, giornale che in Francia è sinonimo di affidabilità. Quindi non è una nostra invenzione per fare scalpore o click, ma una notizia riportata dal noto quotidiano sportivo transalpino: lo scorso agosto il Lione ha deciso di mettere fuori rosa il difensore brasiliano Marcelo, oggi al Bordeaux. Fin qui nulla di strano, una storia che abbiamo sentito diverse volte nel corso degli anni

LE RISATE E LE FLATULENZE DOPO IL KO PER 3-0 E LA RABBIA DI JUNINHO - Quello che lascia attoniti è però la motivazione: il classe 1987 è stato mandato via dall'OL, perché "colpevole" di risate inopportune e flatulenze nello spogliatoio dopo una sconfitta. Prima è stato messo fuori rosa per "comportamento inappropriato" al termine di una prestazione negativa nel match perso per 3-0 contro l'Angers, poi è stato ceduto per le continue intemperanze, che hanno mandato su tutte le furie il direttore sportivo Juninho.
IL TRASFERIMENTO AL BORDEAUX E LE MOTIVAZIONI - Fine dei giochi: dallo scorso gennaio Marcelo è un nuovo giocatore del Bordeaux, ultimo in Ligue 1 e a un passo dalla retrocessione. Non proprio un amuleto portafortuna: a distanza di mesi, l’Equipe entra nel dettaglio del "comportamento inappropriato", confermando che al termine della gara contro l’Angers il difensore nello spogliatoio si lasciò andare a qualche risata di troppo e a diverse "flatulenze". Juninho di comune accordo con l’allenatore decise di "tagliare" Marcelo dalla rosa della prima squadra e di mandarlo ad allenarsi con la formazione riserve, prima della risoluzione del contratto. Si tratta pur sempre di calciomercato.

IL TWEET DI MARCELO - Marcelo non ha preso bene la storia e ha deciso di twittare per dire la propria: "Grazie all'Equipe, dopo tanto tempo devo tornare a smentire quanto raccontato. Il giornalismo moderno è ridicolo!". Forse anche il calcio...

@AleDigio89