L'amministratore delegato della Ferrari Sergio Marchionne ha parlato di una eventuale uscita di scena dalla Formula 1: "Ancora è prematuro, ma la direzione non è quella giusta. Se si arrivasse a proposte che snaturino la F1 penso che la Ferrari si ritirebbe. L'ho già detto e non è una minaccia, stiamo lavorando attivamente con la Fia per trovare una soluzione. C'è chi vuole considerare la F1 più uno spettacolo che uno sport, ma se andiamo in questa direzione noi usciamo. Se andiamo in direzione Nascar siamo fuori. Questo è controproducente, non è l'interesse della Ferrari. Se si arrivasse a proposte che snaturino la F1 penso che la Ferrari si ritirebbe. L'ho già detto e non è una minaccia, stiamo lavorando attivamente con la Fia per trovare una soluzione. E' presto per parlare di questo. Abbiamo avuto una proposta da Liberty 10 giorni fa, aspettiamo di vedere i dettagli poi faremo la scelta giusta per la Ferrari. Ci sono quelli che vogliono più spettacolo. Aziende come la nostra, e come la Merdedes, hanno tutto l'interesse a mantenere un alto livello di sviluppo tecnologico. E' importante che si prosegua su questa linea, capisco la preoccupazione aziendale: c'è chi vuole considerare la F1 più uno spettacolo che uno sport, ma se andiamo in questa direzione noi usciamo. Non ci sarà una Ferrari completamente elettrica prima del 2022. Abbiamo un dibattito interno per capire se ogni modello deve avere una versione elettrica o se è la serie che deve avere un modello elettrico, in futuro potremo dare risposte più precise. Noi in Formula E? Mi pare che al momento ci sia interesse scarso. "