9
L’ex centrocampista della Juventus Claudio Marchisio, intervistato sui canali ufficiali della Nazionale, ha commentato le prima due partite dell’Italia: “Dobbiamo stare con i piedi per terra. È un’Italia bella, non ci aspettavamo un inizio così ma per storia, abbiamo sempre avuto difficoltà agli inizi. Due partite senza mai soffrire, dando una grande impronta di gioco. Abbiamo avuto degli infortuni, ha giocatori Di Lorenzo che ha fatto una grande partita, Giorgio si è fatto male speriamo non per tanto, ma Acerbi è entrato e ha fatto benissimo. Il Galles è stata la sorpresa del girone, mi augurano che non si facciano dei calcoli. Dobbiamo giocarcela con questa convinzione che abbiamo”.

IL GRUPPO - “Noi cerchiamo sempre di smontare tutto: abbiamo giocato contro gente scarsa o non importante, l’unica squadra che ci ha messo in difficoltà è stata l’Olanda, ma non abbiamo perso il controllo. Questo dà il merito a Mancini che ha costruito un grande gruppo”

IL CENTROCAMPO – “Tanti giocatori? Sono dei bei problemi, li dovrà gestire Mancini. Verratti giocatore assoluto, darà tanto alla nostra Nazionale. Certo è che Locatelli ha fatto una crescita importante, merito del Sassuolo e di De Zerbi. Lui e Berardi. Io stravedo per Barella, ha fatto una crescita più rapida dovuta al fatto che, giocando nell’Inter, ha fatto un’esperienza internazionale diversa”
MENTALITÀ – “Anche davanti abbiamo un giocatore in panchina come Chiesa che ha fatto un campionato eccellente, ieri è entrato e si è messo subito a disposizione della squadra. Abbiamo giocatori differenti che si amalgamano sempre bene con il gioco di Mancini, non l’ho visto in tante altre nazionali. A parte la Francia”.

PUBBLICO NEGLI STADI - “Le vibrazioni che stiamo vivendo con il pubblico qui a Roma mi fa venire voglia di tornare in campo”

ERIKSEN - “Molti non riescono a capirlo, ma lo sport ad alti livelli non è semplice. Metti sotto sforzo il tuo corpo e purtroppo è successa una cosa veramente importante a Christian, speriamo ci sia la possibilità di rivederlo in campo. Mi auguro che possa tornare, ma la cosa importante è che stia bene e che questo Europeo non si sia dovuto fermare con una tragedia”.