4

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel prepartita della sfida fra Inter e Juventus, l'Amministratore delegato dei bianconeri, Beppe Marotta, ha fato luce su alcune importanti trattative del mercato appena conclusosi: "Guarin aveva già firmato? Firmato è una parola grossa. C'era un accordo verbale, è vero, ma poi non se ne è fatto nulla. Ma è importante abbassare i toni adesso. A livello politico, noi e loro combattiamo ancora le stesse battaglie. Ho alzato la voce per dire la verità dopo essere stati tirati in ballo da un comunicato stampa, altrimenti non avremmo parlato".

Su Osvaldo, Marotta non si sbilancia sulle cifre relative al diritto di riscatto: "C'è stata l'opportunità di prenderlo in prestito gratuito, quindi la Juventus non ha dovuto sborsare un euro. Anche per quello che riguarda il contratto, il giocatore si è ridotto notevolmente l'ingaggio per vestire la maglia bianconera. Il diritto di riscattto è una questione aleatoria. Ora vediamo come si integrerà nel gruppo, se sarà adatto a questa squadra, poi a fine anno parleremo con la proprietà (del Southampton ndr.) per trattare sulla possibilità di riscattarlo ma è prematuro parlarne ora".

La chiusura va allo spiacevole inconveniente capitato al pullmann dei nerazzurri in arrivo allo Juventus Stadium, bersagliato da sassi e uova: "E' un'episodio che sicuramente dispiace, ma che è avvenuto lontano dal nostro controllo. C'è da dire che succede spesso anche a noi: ormai facciamo collezione di vetri rotti. Di certo, tra le società è tornata la pace dopo quel momento critico".