Il fatto potrebbe diventare presto molto serio, perché tra Claudio Lotito e Beppe Marotta i dialoghi non erano rimasti sul superficiale ma si erano spinti molto oltre. Il desiderio dell’ex bianconero era quello di portare a Torino Milinkovic Savic, ovvero quello che ritiene essere il centrocampista più forte della Seria A, il corso degli eventi lo ha poi condotto altrove, ma la passione e la stima per il calciatore non si sono spostate di un centimetro, nonostante l’attuale stagione in biancoceleste, dal punto di vista del rendimento, non sia stata esaltante come quella passata, almeno finora. Allora i discorsi potrebbero presto riaprirsi spostandosi semplicemente su altre piste, da Torino a Milano, riprendendo il dialogo dallo stesso punto in cui si era interrotto.

IL PROGETTO SUNING - Siamo ancora lontani da ogni tipo di accordo perché l’Inter non ha lo stesso potere d’acquisto della Juventus. E non per la potenza economica della proprietà, ma a causa di quei conti ancora da sistemare. Tuttavia la volontà di aprire la trattativa per cercare una strada percorribile è molto concreta, con la società di corso Vittorio Emanuele disposta anche a qualche piccolo sacrificio di mercato, se questo dovesse servire in qualche modo a rendere la squadra più competitiva. Ovviamente seguendo le direttive di Luciano Spalletti e Beppe Marotta, in questi giorni in Cina per calarsi totalmente nel progetto Suning e comprenderne le strategie di sviluppo che dovranno portare l’Inter a raggiungere la Juventus in meno tempo possibile.
LA RICHIESTA POTREBBE CALARE - In questo progetto di sviluppo calza a pennello proprio il nome di Milinkovic Savic, che a Roma non considerano più incedibile e probabilmente anche le pretese potrebbero iniziare a scendere, visto quello che è stato finora il rendimento del serbo. In estate la richiesta provocatoria di Lotito era stata di circa 110 milioni di euro, ma dalla prossima estate si potrebbero aprire seriamente discorsi iniziando ad ascoltare offerte ben più basse, soprattutto in considerazione del fatto che i biancocelesti sono interessati ad alcuni gioiellini della cantera nerazzurra: Colidio su tutti, che i nerazzurri hanno strappato al Boca Juniors per una cifra vicina ai 10 milioni di euro, precisamente 9,6, bilancio alla mano.