36
Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, l'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, ha chiarito come la proprietà non abbia alcuna intenzione di vendere e come le difficoltà attuali siano figlie della contrazione economica che il calcio e l'economia mondiale stanno vivendo. 
 
 
“Cosa posso dire sull'incontro con Conte? Rientra tutto in un concetto di normalità, sono dinamiche che tutte le società stanno vivendo perché inizia il mercato. Abbiamo delineato le linee guida che non ci consentiranno investimenti perché come obbligo societari, il management, deve garantire l’equilibrio economico finanziario e in questo momento di contrazione economica dovuta alla contrazione degli introiti, le società non faranno operazioni rilevanti. Detto questo, si va avanti in un momento interlocutorio della stagione, c’è un grande senso di appartenenza nell’area tecnica e nel gruppo, cerchiamo di fare una bella partita oggi e guadagnare i tre punti. L’ambizione della proprietà? Posso garantire che vogliono portare l’Inter sempre più in alto. Il comunicato è stato molto esplicito, hanno smentito qualsiasi ipotesi di cessione del pacchetto di maggioranza. Credo sia una situazione molto chiara, c’è una contrazione mondiale dell’economica, legata alla pandemia, e tutti i club devono dare importanza alla stabilità gestionale. È evidente che non ci saranno più i mercati di prima. Oggi la prima situazione che va rivista è quella dei costi e il costo del lavoro in Italia è passato dal 50 al 75%. I manager devono incidere in questa rivisitazione. La programmazione è indispensabile per tutti i club”.