76
La sconfitta subita per 2-1 nella serata di ieri contro il Nimes, ultima della classe alla vigilia in Ligue 1 ha scatenato un autentico putiferio in casa Marsiglia. Nel post partita la rabbia dell'allenatore André Villas Boas si è riversata sui giocatori e per il loro atteggiamento in campo, ma questo non è bastato perché questa mattina, come riportato da RMC Sport in Francia anche il presidente, ​Jacques-Henri Eyraud, si è scagliato duramente contro la squadra e in particolare con quei giocatori che oggi restano in forte bilico.

ULTIMATUM AI GIOCATORI IN SCADENZA - Eyraud, dopo aver apostrofato tutto il gruppo squadra come "indegno di vestire la maglia dell'OM", di "sentirsi al top d'Europa quando non sono nessuno" e che devono ringraziare che stanno giocando con gli stadi vuoti altrimenti i tifosi li avrebbero tenuti lì fino alle 3 di notte, si è poi soffermato su quei giocatori come Florian Thauvin e Jordan Amavi, che sono in scadenza di contratto e non hanno fatto sapere definitivamente alla società cosa vogliono fare per il futuro. In particolare il numero 1 del Marsiglia ha chiesto che i giocatori in scadenza entro 48 ore si rechino dal Ds del club per comunicare la propria volontà di rinnovare o andare via. Nel secondo caso, i giocatori avranno 13 giorni per trovarsi subito una nuova squadra.
MILAN E NAPOLI - La situazione più calda in ottica mercato di Serie A, ovviamente, è quella legata a Florian Thauvin. L'esterno d'attacco è stato uno dei nomi citati fra gli obiettivi del Milan da Paolo Maldini, che però sta valutando il suo acquisto soltanto a parametro zero a fine anno e non nell'immediato in cui, con l'arrivo di Mandzukic, è stato completato il reparto d'attacco. Stesso discorso vale anche per il Napoli che, però, davanti alla grande occasione potrebbe tentare lo sforzo già a gennaio per battere la concorrenza nel caso in cui dovessero partire sia Milik che Llorente. E Thauvin? L'unica certezza è che non rinnoverà il suo contratto. L'ha deciso ad inizio stagione e non cambierà idea.