197
Due settimane alla fine, una rosa da completare. La Juventus è molto attiva sul mercato, l'obiettivo di Cherubini e Arrivabene è quello di regalare ad Allegri una squadra in grado di lottare per lo scudetto e per la Champions League. Dopo gli arrivi di Paul Pogba, Angel Di Maria e Filip Kostic, c'è l'idea di portare un altro big a Torino: il nome in cima alla lista è quello di Memphis Depay, attaccante classe 1994, che può agire da vice Vlahovic o da esterno d'attacco, dando al tecnico livornese anche la possibilità di cambiare tatticamente e giocare con due punte. L'accordo di massima con l'entourage dell'ex Lione è già stato trovato, sulla base di un contratto da 6 milioni di euro, bonus compresi, per chiudere la trattativa è necessario che Depay si liberi a zero dal Barcellona, al quale è legato da un contratto in scadenza.

CENTROCAMPO -
In casa Juve c'è grande fiducia, anche sul fronte centrocampista. Leandro Paredes vuole i bianconeri, il Paris Saint-Germain ha aperto al prestito con diritto di riscatto, una formula che non obbliga, nell'immediato, fare cassa e monetizzare dagli addii di Rabiot (che resta sul mercato dopo il no al Manchester United) e Arthur, per il quale non va esclusa una cessione in prestito con parte dell'ingaggio pagato dalla stessa Juventus, con l'obiettivo di valorizzarlo. Da escludere un tentativo per Milinkovic-Savic, per il quale Lotito chiede 80 milioni di euro.
DIFESA - Salvo soprese non arriveranno volti nuovi in difesa, né sugli esterni, nonostante la cessione in prestito di Luca Pellegrini all'Eintracht Francoforte, né in mezzo. I titolari sono Bremer e Bonucci, Rugani e Gatti sono le alternative. L'ex Frosinone ha convinto Allegri, resterà in rosa e lotterà per cambiare le gerarchie. A loro si aggiungono Danilo e Alex Sandro, opzioni anche in caso di difesa a tre come 'braccetti'.