Commenta per primo

C’è il campionato ma è sempre calciomercato. Con la società rossoblù che si muove per l’immediato presente ma anche per il futuro. Con i suoi osservatori sparsi per il mondo, soprattutto in Europa e in Sudamerica. Sono diversi i giocatori, anche di giovanissima età, monitorati in particolare nell’Est europeo.

A gennaio ci fu il colpo Kucka, acquistato dallo Sparta Praga per 3 milioni e ora valutato 16 milioni nella comproprietà con l’Inter. Kucka andrà via, non si sa se a gennaio o a giugno. Il Grifone intanto si muove e cerca proprio in Slovacchia, Paese natale di Kucka, l’erede a centrocampo.

Si tratta di Milan Skriniar, 16 anni, centrale del Zilina Under 19 che vanta già diverse presenze nelle nazionali giovanili slovacche. Su Skriniar il Grifone è particolarmente attivo e non è escluso che già a gennaio possa arrivare a rinforzare, per il momento, la Primavera. Primavera in cui è stato inserito, in estate, il portiere ceco Lukas Zima.

Skriniar, però, non è l’unico obiettivo. Restando in tema di portieri, piace parecchio Matej Vozár, 17 anni, stessa età di Zima e nel settore giovanile del Trencin. Terzo nome sul taccuino, quello di Atila Varga, 15 anni, difensore il cui cartellino appartiene al Michalovce. Gode di grande considerazione da parte degli addetti ai lavori, su di lui ci sono diversi grandi club italiani. Il Genoa, però, ha ultimamente dimostrato di sapersi muovere con grande tempismo: lo dimostra l’acquisto dello sloveno Luka Krajnc, 17 anni, prelevato in primavera dal Maribor e soffiato a Chelsea e Juventus.

Questo il quadro dei giovanissimi seguiti dal Grifone all’estero. In Italia, invece, c’è il fronte aperto con il Brescia per l’acquisto di qualcuno dei “gioielli” del presidente Corioni. La formula sarebbe quella della comproprietà, con il giocatore in questione che resta a Brescia fino a gennaio. Se ne è discusso nei giorni scorsi, un incontro ci sarà di nuovo all’inizio della prossima settimana.

In pole c’è sempre il nome del centravanti brasiliano Jonathas, su cui c’è Mino Raiola come “nume tutelare”. Nelle ultime ore, però, ha preso quota il nome di Omar El Kaddouri, centrocampista belga cresciuto nell’Anderlecht e l’anno scorso in prestito al Sudtirol. Una mezzala in grado di fare sia la fase difensiva sia quella offensiva. Nel Brescia gioca insieme al polacco Bartosz Salamon, l’anno scorso in prestito al Foggia dove è stato allenato da Zeman. Oggetto dell’incontro tra Capozucca e Iaconi sono stati anche il portiere Leali, il fantasista Juan Antonio e il difensore Daprelà.

Dal Brescia alla Spagna, in particolare Malaga. Dove gioca José Salomón Rondón, 22 anni, centravanti venezuelano in attesa di passaporto spagnolo. Ha il contratto in scadenza nel 2014, è arrivato a Malaga nel 2010 dopo aver giocato con Aragua e Las Palmas. Con il Venezuela ha giocato la Copa America ed è stato a lungo seguito da osservatori rossoblù.

Il Sudamerica resta fonte di grande ispirazione per il Grifone. È in dirittura d’arrivo la trattativa per l’acquisto del trequartista uruguiano Bryan Olivera Calvo, 17 anni, nei mesi scorsi in prova alla Primavera e destinato ad aggregarsi di nuovo al gruppo di Novelli a partire da gennaio.

In Cile, invece, si parla di un interesse genoano per Bryan Carrasco, volante dell’Audax Italiano. Costo del cartellino, circa 3 milioni di dollari. Dopo Felipe Seymour, Cristobal Jorquera e Lucas Pratto, si tratterebbe del quarto acquisto dal campionato cileno in pochi mesi.