Commenta per primo
Un vertice per pianificare il futuro e porre le basi per la campagna acquisti. A cominciare dalle comproprietà da risolvere con Juventus (Criscito e Palladino), Bari (Bonucci) e Palermo (Jankovic). Il presidente Enrico Preziosi sarà oggi a Pegli, in tempo per l'ultimo allenamento della squadra: incontrerà Gasperini e, insieme al figlio Fabrizio e a Capozucca, farà il punto della situazione. Chiarezza di programmi e obiettivi, ciò che ha invocato il tecnico per non commettere più gli errori della passata stagione. Chiarezza di programmi e di obiettivi gli ha garantito la società, e l'incontro di oggi sarà utile anche per allontanare le lusinghe della Fiorentina, che sta per perdere Prandelli e vorrebbe sostituirlo con l'allenatore di Grugliasco. 'Gasperini resterà al Genoa. Dubito che avremo affari con la Fiorentina', ha sentenziato ancora una volta Preziosi. Gasperini invoca acquisti che possano far crescere il tasso tecnico della squadra. Preziosi, dal canto suo, ha promesso quattro colpi di grande valore. A partire dal centravanti: il primo obiettivo era Kuranyi, protagonista in Bundesliga, sfuggito solo a causa della maxi offerta della Dinamo Mosca (6 milioni a stagione). Il target, insomma, è quello. L'incontro con la Juve per Criscito e Palladino dovrebbe essere verso fine settimana. Sul tavolo ci sono anche altre questioni da risolvere. Ad esempio, l'affare Floccari. Le piste Konko e Chico restano caldissime. Per quel che riguarda il francese, il Siviglia ha appena acquistato Dabo, esterno destro del St Etienne. Guarda caso, proprio il ruolo di Konko e Stankevicius (Samp): aumentano così le possibilità di una loro partenza. (Il Secolo XIX)