6
L'Inter è alla ricerca di un vice Lukaku da reperire nel mercato di gennaio e l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport punta forte sul nome di Olivier Giroud, in scadenza di contratto col Chelsea e già in passato allenato da Antonio Conte. 

“Incrociando indizi, caratteristiche e parole, sembra impossibile sbagliare. C’è un candidato fortissimo per l’attacco dell’Inter per gennaio e tutte le strade portano ad Olivier Giroud, in scadenza di contratto con il Chelsea e ormai ai margini del progetto Lampard: appena 211 minuti giocati in stagione e se eliminiamo i 74 – con tanto di gol – della Supercoppa europea giocata e persa contro il Liverpool lo scorso 14 agosto, i minuti di Giroud si fermano a 137, ossia poco più di due ore tra Premier (4 presenze per 120 minuti) e Champions (una gara e 17’ giocati). Una situazione scomoda per un attaccante che si è laureato campione del mondo appena 16 mesi fa in Russia e che punta a far parte della spedizione francese per l’Europeo 2020. Stasera contro la Moldavia sarà titolare, ma per restarci a lungo è inevitabile l’addio al Chelsea”.

CONTATTO AVVENUTO - ​Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, l'Inter e l'entourage del calciatore avrebbero già iniziato a parlare qualche settimana fa. Questo è quanto scrive la “Rosea”: “Eccola allora l’occasione tanto citata nelle ultime settimane dall’a.d. nerazzurro Beppe Marotta. Giroud ha tutto ciò che serve per soddisfare Conte: esperienza internazionale, fiuto del gol, un cartellino accessibile e caratteristiche fisiche e tecniche da perfetto vice Lukaku. Inoltre è già stato allenato dal tecnico salentino proprio negli ultimi sei mesi al Chelsea. Basterebbero questi indizi a fare di Giroud l’obiettivo numero uno per l’attacco nerazzurro. E invece c’è di più: un contatto, avvenuto nelle scorse settimane, tra gli agenti di Giroud e l’Inter, con annesso assoluto gradimento alla destinazione nerazzurra”.