Un affare concluso, un colpo in entrata per il Milan 2018/19 che arricchisce con Pepe Reina il proprio reparto arretrato. Il portiere del Napoli si svincolerà dal club azzurro al termine della stagione e ha già trovato l'accordo (e sostenuto le visite mediche) per un contratto biennale da oltre 3 milioni di euro annui più bonus. Un affare che lascia aperta la strada a numerose interpretazioni anche e soprattutto sul futuro di Gigio Donnarumma, ma che, in caso di permanenza di entrambi, inciderà inevitabilmente anche in ottica Fair Play Finanziario.

10 MILIONI (NETTI) IN 3 - Con l'acquisto di Reina all'inizio della prossima stagione il Milan avrà sotto contratto 3 portieri con ingaggio superiore al milione di euro. Il primo, il titolare, è ovviamente Gigio Donnarumma che tocca quota 6 milioni annui netti. Il secondo sarà Pepe Reina con i suoi 3 milioni netti annui. E infine c'è Antonio Donnarumma, arrivato a Milano per cementare il rapporto del fratello con i colori rossoneri e con un contratto da 1 milione di euro netto all'anno. 10 milioni netti per i 3 estremi difensori, 20 milioni lordi per il solo reparto dei portieri, una cifra che nessun club di Serie A arriva a spendere. Perfino la Juventus, con la coppia Buffon-Szczesny, si ferma a quota 8.

RISCHIO FAIR PLAY UEFA - Una cifra indubbiamente importante che, ovviamente, dovrà essere riconsiderata anche in ottica Fair Play Finanziaro. Sì perchè il Milan sta ancora aspettando che l'Uefa si pronunci su i problemi finanziari del club e, in caso di un Settlement Agreement simile a quello firmato da Inter e Roma nel 2014, pesanti sanzioni porteranno a restrizioni sia sul bilancio che, soprattutto, sul mercato. Il cosiddetto monte ingaggi dei due club è stato infatti bloccato per le 4 stagioni successive e lo stesso potrebbe accadere al Milan. L'acquisto di Reina, che andrà a pesare sul bilancio 2018/19 andrà ad aumentare il monte ingaggi rossonero a partire dal 1° luglio e quindi già in un ipotetico regime di Fair Play Uefa. Bloccare 10 milioni netti soltanto per i portieri è una scelta rischiosa, e potrebbe condizionare le scelte del club costringendolo a fare valutazioni importanti sia sul futuro di Donnarumma come anche di altri elementi della rosa.