Commenta per primo
In serata, Paolo Berlusconi, vicepresidente del Milan e fratello del Premier e patron rossonero Silvio Berlusconi, dice la sua, come riferisce Sky, sulla possibilità di una cessione del Milan (della quale aveva riferito questa mattina La Gazzetta dello Sport, notizia poi smentita dalla Fininvest): "Non so nulla di offerte per il Milan, ma se ce ne fossero di interessanti mio fratello le prenderebbe in considerazione. Al momento non c'è nulla". Poi, sul mercato rossonero: "Un grande colpo? Se lo ha detto mio fratello.... Nelle campagne degli anni passati c'è sempre stato il colpo finale, alla fine prevale sempre il cuore". Subito dopo, però, l'ad rossonero Adriano Galliani ha precisato: "Non esiste alcuna trattativa per la cessione del Milan a Gazprom. Un'eventuale futura cessione? Bisogna chiedere a Fininvest. In questa situazione, il Milan è l'oggetto e Fininvest il soggetto". La giornata: "Non c'è nessuna trattativa in corso tra Gazprom e il Milan". Sergey Kuprianov, portavoce dell'azienda russa, all'agenzia Apcom nega le voci sul possibile ingresso nella società di Via Turati. Un'altra smentita arriva anche da un portavoce di Finivest, il quale ha spiegato alla Reuters che "non c'è niente da aggiungere" rispetto al comunicato ufficiale di settimana scorsa ("Il Milan non si vende"). RASSEGNA STAMPA Colpo di scena: Berlusconi sta per vendere alla Gazprom parte della società (tra il 25 e il 30%) in cambio di 150-180 milioni di euro. Voci di interessamento anche a Fininvest. Milan a tutto gas: arrivano i russi. Con i soldi freschi e i capitali in arrivo grazie all'amico Putin, i rossoneri si rilanciano sul mercato e tornano all'assalto di Dzeko: il centravanti bosniaco del Wolfsburg ha una clausola di rescissione da 40 milioni e diventa il primo obiettivo. Intanto si accelarano i tempi per il difensore argentino Otamendi. Rovoluzione a Milanello: nuovo corso Allegri. Si parte dallo staff tecnico: Tassotti in forse, Landucci (già vice al Cagliari) è sicuro di arrivare con Folletti e Grani, collaboratori del nuovo allenatore. Filippo Galli resterà responsabile del settore giovanile, via il preparatore dei portieri Vecchi.