14

Alla vigilia di Milan-Barcellona, match valido per la terza giornata della fase a gironi della Champions League, in conferenza stampa parla il tecnico rossonero Massimiliano Allegri.

Sulla sfida, ormai tradizionale, col Barça: "Oramai è una sfida abitudinaria negli ultimi anni di Champions - si legge su Milannwes, che riporta integralmente la conferenza -. Noi dobbiamo cercare punti e continuità sul piano dei risultati. Contro l'Udinese abbiamo dato un colpetto alla classifica, ma la prossima sarà ancora più importante. E' una sfida di grande fascino per tutti, giocare contro di loro non è facile perchè è ancora la squadra più forte del mondo. Il Barça avrà più possesso palla, servirà ripetere la partita dell'anno scorso, concedendo pochi spazi e facendo una buona fase difensiva. Con Neymar, loro hanno cambiato un po' le soluzioni offensive, perchè il brasiliano dà maggiore profondità Serviranno 100 minuti di grande pazienza. Ormai è diventata un'abitudine affrontare il Barcellona".

Su Balotelli: "Nessuna pretattica, avevo detto che lunedì avremmo visto se poteva esserci con il Barcellona e più tardi vedremo se sarà a disposizione. Balotelli sta meglio, nella rifinitura vederemo se sarà a disposizione oppure no".

Su De Sciglio: "Mattia speriamo di averlo a disposizione a Parma". 

Su De Jong e Mexes: "Rientreranno a disposizione domani e saranno della partita".

Su Montolivo: "Montolivo e De Jong sono due giocatori diversi. E' importante che la squadra lasci pochi spazi agli avversari e che la fase difensiva sia fatta bene da tutta la squadra".

Su Neymar e Kakà: "Con Neymar il Barcellona è migliorato, ha aumentato la qualità dell'attacco, è un ottimo acquisto. Kakà è rientrato domenica, non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Per noi è un acquisto importante, sia a livello tecnico che psicologico".

Su Birsa: "Per me non è una sorpresa, ha superato l'esame San Siro. E' in un buon momento e se domani giocherà farà una buona partita. Quando lui è in campo dà sempre il amssimo e spende molte energie, per questo non riesce ad arrivare ai 90 minuti. Io cambio spesso gli attaccanti, è difficile che cambio centrocampisti e difensori".

Su Matri: "Il lavoro che dovrà svolgere domani la prima punta sarà molto importante per dare equilibrio alla squadra".

 

Get Adobe Flash player