213
Il Milan e Lucas Biglia sono sempre più lontani. I rossoneri avevano individuato nel centrocampista argentino il leader da regalare a Vincenzo Montella. Da una parte l'accordo con il giocatore, entusiasta di poter sposare un nuovo progetto considerato ambizioso e stimolante, dall'altro un ostacolo che si è fatto sempre più insormontabile, ovvero Claudio Lotito. La Lazio è rimasta ferma sulla valutazione di 20 milioni, nemmeno un passo indietro, un'apertura ad uno sconto. A queste condizioni il Milan non vuole fare l'operazione e inizia a serpeggiare anche un certo tipo di pessimismo che potrebbe portare ad una rottura definitiva.

Marco Fassone lo ha ribadito chiaramente anche ieri al termine della finale Allievi under 16, facendo riferimento alla vicenda legata a Gianluigi Donnarumma: entro il 3 luglio Montella avrà a disposizione 3/4 della squadra completa. Ecco perchè sono già pronte due alternative in un ruolo, quello del regista, di fondamentale importanza. Con Massimiliano Mirabelli il lavoro di ricerca non conosce soste e ha portato a due piani alternativi: il primo porta a Grzegorz Krychowiak, del Psg. Piace perchè ancora relativamente giovane, essendo un classe 1990, e per la grande esperienza internazionale maturata. Con il direttore sportivo dei parigini Antero Henrique, nell'incontro di due settimane fa a Casa Milan, si era iniziato a parlare anche della possibilità di un prestito con diritto di riscatto fissato intorno ai 20 milioni. Una soluzione vantaggiosa per entrambe le parti, con il giocatore che ha la necessità di rilanciarsi dopo una ultima stagione molto deludente.
Il piano C porta ad un ritorno di fiamma per Milan Badelj, un pallino di Vincenzo Montella. Secondo quanto appreso da calciomercato.com, proprio il tecnico ha chiesto un nuovo tentativo, alla luce delle difficoltà emerse per arrivare a Lucas Biglia. Con la Fiorentina è partita la trattativa per Kalinic ma il discorso verrà allargato anche al centrocampista croato e a Juraj Kucka e Gianluca Lapadula. Non è sicuramente il nome che accende la fantasia dei tifosi ma rappresenta un'ottima soluzione qualità prezzo (può andare via da Firenze per 7 milioni) e permetterebbe al Milan di poter riservare una fetta ancora più grande del budget per un altro difensore centrale e per l'attaccante esterno.