3
Giacomo Bonaventura, nuovo acquisto del centrocampo del Milan, ha parlato oggi ai microfoni di Milan Channel,  esprimendo le sue impressioni sui primi giorni nel club rossonero: 

SUI PRIMI GIORNI AL MILAN - "È stato tutto positivo, sono in una grande società. A Milanello mi hanno accolto tutti bene, qualcuno lo conoscevo già, quindi per ora tutto positivo. Il mio obiettivo è mettere le mie qualità a disposizione della squadra per aiutarla a raggiungere gli obiettivi.Ci aspettano grandi partite, come quella con la Juventus che è sempre una gara che non capita tutti i giorni. Sono molto contento di quello che sto vivendo".

SUL MERCATO IMPREVEDIBILE -  "È stata una giornata molto intensa, alle 15 sembrava che dovessi andare all'Inter, poi è spuntato il Verona, e infine alle 20.30 mi hanno detto che dovevo andare al Milan. Pensavo di andare via prima, ad un certo punto credevo di restare a Bergamo, ma è stato un bel lieto fine. Incontrare Galliani e sentire al telefono Berlusconi sono momenti che non dimenticherò mai. L'Atalanta? È una squadra che non dimenticherò mai, arrivo dalle giovanili e se sono al Milan è anche merito di questa società".

SUL RUOLO - "Posso giocare sia come mezzala che come attaccante esterno. Nell'Atalanta ho fatto spesso anche l'esterno del 4-4-2. Per le mie caratteristiche nel 4-3-3 posso fare la mezzala o l'esterno d'attacco"

SU INZAGHI -  "Se sono qui è anche grazie a lui che mi ha voluto. Voglio imparare tanto da lui e dalla sua voglia di vincere. Io un campione? Devo dimostrarlo in campo di essere un grande giocatore, voglio farlo dire agli altri alla fine del campionato dopo aver giocato".
SUI GIOVANI ALL'ESTERO - "Se avessi ricevuto una chiamata dall'estero magari ci sarei andato, ma sono contento di essere rimasto in Italia. Spero di fare bene con questa maglia e se lo farò potrei anche andare in Nazionale".

SUI NUMERI 10 DEL PASSATO - "Da piccolo mi piacevano molto i centrocampisti creativi, diciamo dai numero 10 in generale. Rui Costa? Mi piaceva molto, ma al Milan ci sono stati tanti grandi numeri 10 che ho ammirato. Hanno vinto tutto con il Milan, io devo fare il meglio possibile che posso".

SULLA NAZIONALE - "Sarebbe un sogno andare all'Europeo, ma ripeto che tutto passa dalle prestazioni con il Milan. Sono in una grande squadra e quindi devo fare bene con questa maglia".

SUI PROSSIMI IMPEGNI - "Ci aspettano grandi partite, come quella con la Juventus che è sempre una gara che non capita tutti i giorni. Sono molto contento di quello che sto vivendo".

SUL DERBY - "I gol all'Inter? Credo siano stati un bel biglietto da visita, spero di continuare a segnare all'Inter anche perchè so che i tifosi ci tengono molto a vincere i derby".