142
Archiviato il successo in rimonta sull'Hellas Verona, per il Milan di Stefano Pioli è già tempo di rituffarsi nell'atmosfera della Champions League. Domani sera, a Oporto, i rossoneri si giocano una fetta importantissima di qualificazione agli ottavi di finale in una partita alla quale arriveranno con diversi indisponibili. Sicuramente fuori dai giochi Maignan, Theo Hernandez, Brahim Diaz, Florenzi e lo squalificato Kessie, le notizie positive dalla rifinitura mattutina di Milanello arrivano dalla confermata presenza in gruppo di Timeoue Bakayoko, che già ieri si era riaggregrato al resto dei compagni dopo il lungo stop per un problema muscolare.

PROVE DI FORMAZIONE - Niente da fare invece per Ante Rebic, reduce da una distorsione alla caviglia - senza interessamento dei legamenti - nell'ultimo match contro il Verona: decisamente improbabile una sua presenza al "Do Dragao", mentre si spera di recuperarlo per il successivo impegno di campionato contro il Bologna. A livello di prove di formazione, Pioli ha schierato Kalulu tra i presunti titolari, largo a destra, mentre sulla corsia sinistra Calabria si candida a prendere il posto di Hernandez invece di Ballo-Touré.



IL BALLOTTAGGIO - In mediana scelte obbligate, alla luce dell'assenza di Kessie per il rosso con l'Atletico Madrid, con Tonali che tornerà dal primo minuto al fianco di Bennacer; dietro al confermatissimo Giroud nel ruolo di centravanti, dovrebbe agire il terzetto composto da Saelemaekers, Krunic (in vantaggio su Maldini nonostante quest'ultimo sia stato provato tra i titolari) e Rafael Leao.