278
E' tornato ed è pronto a riprendersi il Milan. Dopo aver accesso il Meazza con la doppietta al Cagliari, Olivier Giroud ha dovuto saltare la sfida contro la Lazio per Covid, ma ora che il tampone è negativo e la quarantena è alle spalle ha tanta voglia di ripartire con il botto. Oggi si è allenato regolarmente con il gruppo, è pronto per giocare, punta a una maglia da titolare, che Pioli deve decidere se dare a lui o a Rebic. Di certo sarà dalla partita, o dall'inizio o nel secondo tempo, come confermato dall'allenatore rossonero: "​Non ha ancora i 90', stando fermi due settimane qualcosina viene a mancare. Sta bene ed è disponibile".



VEDE ROSSO - Disponibile e pronto a fare male. Il Liverpool lo teme, non potrebbe essere altrimenti. Quando vede rosso l'attaccante francese si trasforma, come un toro. Lo dicono i numeri, con 8 gol realizzati in 16 partite, 7 in Premier League e uno in Supercoppa Europea, con un bilancio di 6 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte.​ Il primo sigillo ad Anfield è arrivato a dicembre 2014 con la maglia dell'Arsenal, in un rocambolesco 2-2, nel gennaio ha fatto di meglio, con una doppietta nel 3-3 finale, sempre con i Gunners. Segnare un gol e uscire con un punto da uno tempi del calcio inglese? Ci metterebbe la firma.