86
Promosso. Brahim Diaz ha iniziato bene la sua avventura con la maglia del Milan, dimostrando di essere il valore aggiunto in una squadra che ha scelto la via della qualità per tornare grande. Due gol in sei presenze, spalmate in 334', e soprattutto tante giocate convincenti, che hanno fatto innamorare i tifosi del Milan e hanno dato credito a Maldini, che l'ha voluto fortemente e ora se lo gode. Per capire quello che è successo bisogna riavvolgere il nastro a quest'estate: l'ex bandiera rossonera contatta il Real Madrid e tratta segretamente Brahim, dopo il no al diritto di riscatto da parte dei blancos pur di portarlo a Milano decide di accettare il prestito secco. Al giocatore, che aveva offerte anche da Getafe, Valencia e Real Sociedad, viene illustrato il progetto e promesso un ruolo da protagonista, due fattori che lo convincono a continuare la sua carriera in Italia.

POSIZIONE REAL MADRID - Il primo bilancio è positivo, Brahim a Milano si sente amato e coccolato, e può esprimere il suo calcio liberamente, ma è presto per capire quello che succederà in futuro. Maldini nelle prossime settimane tornerà alla carica con il Real Madrid per strappare un diritto di riscatto, che aumenterebbe le chance di conferma del folletto spagnolo. In attesa di posizioni ufficiali, i segnali che arrivano da Madrid non sono però incoraggianti: l'ex Manchester City è stato ceduto per fare esperienza, per tornare a casa-base e vestire la maglia blanca con continuità.
SCENARIO - Nulla però va escluso: perchè il Real Madrid in rosa ha tanti giocatori offensivi (Vinicius, Hazard, Rodrygo, Asensio, Isco, Odegaard), perchè, in periodo di Covid, l'offerta giusta potrebbe cambiare dei piani che sembrano scritti. Per il momento Brahim è del Milan e il Milan farà di tutto per tenerlo in rossonero. Parola di Maldini.