10
I due amministratori delegati del Milan applaudono il trionfo al torneo di Viareggio della Primavera rossonera allenata da Inzaghi. Adriano Galliani ha dichiarato: "E' una gioia fantastica, sono felicissimo per Pippo e per i ragazzi che hanno uno spirito fantastico. Ieri Inzaghi me l'aveva detto che si sarebbe vendicato, così dopo Liverpool e Boca ora è toccato all'Anderlecht subire la sua vendetta sportiva, è una regola non scritta. Sono contento di non aver dato Inzaghi al Sassuolo a gennaio, lui è stato bravo e contento a restare, era felice tutto sommato e non ha detto nulla. Non sono andato a Viareggio per scaramanzia, stasera li festeggeremo a qualsiasi ora. Complimenti ai ragazzi e a Filippo Galli. Petagna ha fatto una rete pazzesca, meravigliosa e ha fatto la boa, l'assist men e si è sbattuto tanto in avanti. E' servito riportarlo a casa dal prestito alla Sampdoria. Cosa ho pensato all'espulsione di Fabbro? Mi è venuto in mente il derby 2010 quando Abate si fece espellere, avrei fatto la stessa cosa che feci con Abate  anche a Fabbro se ce l'avessi avuto a portata di mano. Quando si è tolto la maglia, ho capito subito cosa stava succedendo. Capisco l’esultanza del ragazzo, per fortuna tutto è bene quel che finisce bene. Quando vince una squadra giovanile si è contenti come se avesse vinto la prima squadra, ci mancavano anche Simic e Iotti. Pippo avrà un grande futuro, è un assatanato che cura qualsiasi dettaglio. Se fai le cose con questa voglia, passione e determinazione i risultati arrivano. Conosce tutto dei suoi e dei suoi avversari, è maniacale in quello che fa. Siamo primi in questa manifestazione, questa vittoria serve per tutto l’ambiente e per i tifosi". 

Queste invece le dichiarazioni di Barbara Berlusconi: "Sono felice per la vittoria della Viareggio Cup, una vittoria storica che pone il Milan in vetta all'albo d'oro di questa prestigiosa manifestazione. Una vittoria che è frutto dell'ottimo lavoro di Filippo Inzaghi e del suo staff, di Filippo Galli e di tutto il Settore giovanile. Molti dei giocatori in campo oggi sono cresciuti nelle nostre giovanili e questo ci riempie d'orgoglio e ci fa ben sperare per il futuro". 
 
Get Adobe Flash player