181
Krzysztof Piatek ha iniziato fortissimo la sua esperienza con il Milan. Poi ha rallentato, partita dopo partita, senza responsabilità dirette. Perché questo è quanto pensa la dirigenza: il polacco è intoccabile, le sue prestazioni sono sempre state ritenute all'altezza, non è colpa sua se i gol sono spariti nell'ultimo mese. Tanto che diverse società hanno già messo gli occhi su Krzysztof, la sua stagione rimane straordinaria tra Genoa e Milan, ecco perché dall'estero non mancano le chiamate all'entourage del centravanti. Più dalla Premier League che dalla Spagna, dove si è parlato di Real Madrid anche nelle ultime settimane.

L'IDEA DI ELLIOTT - In queste ore, è arrivata una presa di posizione netta da parte dei vertici di Elliott che è totalmente in accordo con la dirigenza attuale: Leonardo e Maldini vogliono puntare forte su Piatek, ma a prescindere dalla loro permanenza nei quadri dirigenziali rossoneri da giugno in avanti, la società conta sul polacco. L'ex Genoa non rientra nella lista dei sacrificabili; anzi, è un intoccabile anche se arrivasse un'offerta superiore ai 50/55 milioni di euro. Il Milan è convinta di avere un attaccante importante per il presente e dal grandissimo futuro, nella rivoluzione estiva rossonera non è compresa la cessione di Piatek, questa l'idea forte del Diavolo. Aspettando di risolvere la questione allenatore, oltre ai dirigenti...