20

Il Milan, oltre a concentrarsi sugli obiettivi immediati del raggiungimento del terzo posto in campionato (che significherebbe poter ambire a partecipare per un altro anno alla Champions League) e dei quarti di finale di Coppa dopo il 2-0 sul Barcellona di mercoledì, guarda già alla prossima stagione e alla costruzione di una squadra giovane e di prospettiva che non comporti necessariamente investimenti onerosi per le casse societarie. Se il reparto offensivo può dirsi quasi sistemato con l’arrivo di Mario Balotelli e Riccardo Saponara (in estate) e i dubbi legati alla cessione di Robinho e al riscatto di Bojan, ora gli sforzi di Galliani si dovranno concentrare su difesa e centrocampo.

Per quanto concerne la zona centrale del campo, urgono rinforzi di qualità per innalzare il tasso tecnico della squadra e affiancare a Riccardo Montolivo dei giocatori di spessore. In quest’ottica, è ottimamente avviata la trattativa per l’italo-brasiliano del Verona Jorginho, calciatore nel giro dell’Under 21 guidata da Devis Mangia. Proprio il ct degli azzurrini avrebbe speso ottime parole sul conto del mediano scaligero, il cui agente si incontrerà la prossima settimana col ds veronese Sogliano per fare il punto della situazione (sul giocatore da registrare l’interesse anche di Inter e Lazio).

A risultare decisivo per la buona riuscita dell’affare da parte del Milan gli ottimi rapporti della dirigenza rossonera con Mangia, che potrebbe essere una delle alternative a Massimiliano Allegri sulla panchina su suggerimento di Arrigo Sacchi.