125
Le mani di Donnarumma sul primato del Milan in classifica. La parata su Vlahovic nel primo tempo della gara con la Fiorentina vale come un gol segnato. Straordinario Gigio con un colpo di reni a deviare un missile terra-aria sul palo. Non contento il portierone rossonero si è inventato altri due grandi interventi: prima sul tentativo di scavetto di Ribery lanciato a rete, poi, con una deviazione felina, sul colpo di testa di Pezzella da un metro. Tre parate determinanti che valgono tre punti pesantissimi per le ambizioni di un Diavolo che ora può iniziare a sognare qualcosa di incredibilmente grande come lo scudetto.


GIGIO ESCE ALLO SCOPERTO -Rimanere a lungo? Certo, ne parlerà il procuratore con la società. Non c’è nessun problema. Mino sa quello che deve fare, la società vedrà. Io intanto mi voglio godere questo momento”. Chiaro e sibillino nel pre-gara a Dazn. Parole di chi vuole vincere con la maglia rossonera, in barba a un contratto in scadenza tra sei mesi. Donnarumma vuole il Milan, è uscito allo scoperto come non gli era capitato nella trattativa tanto chiacchierata con il duo Fassone-Mirabelli. Adesso che tutte le componenti stanno remando dalla stessa parte, che la direzione verso traguardi importanti sembra giusta, non ha senso andare via. Questo il pensiero ribadito dal ragazzo anche a chi gli sta vicino.

LE PROSSIME MOSSE - Raiola il suo Modigliani vuole tenerselo stretto. E come ogni procuratore serio cerca di fare il meglio per il suo assistito. Come detto, in questo caso la strada che Donnarumma vuole seguire è a tinte rossonere. Ecco perché Mino dovrà ammorbidire alcune posizioni per favorire il nuovo accordo: i punti focali sono l'ingaggio e la clausola rescissoria. La prossima settimana potrebbe essere decisiva nella negoziazione con Massara e Maldini, sono previsti nuovi contatti. Le intenzioni ci sono tutte, vedremo se arriverà anche il momento del nero su bianco.