Lucas Biglia sta scaldando il motore pronto a rientrare in campo. L’argentino è fermo dal 28 ottobre, gara giocata dal Milan a San Siro contro la Sampdoria, per una lesione al polpaccio che lo ha costretto all’operazione. Ora però Gattuso sa che può contare sull'ex Lazio per il finale di campionato, una certezza in più nella corsa alla Champions League.

TEMA CONTRATTO - Se dal punto di vista sportivo il quadro per Biglia è già delineato, lo stesso non si può dire per la sua situazione contrattuale. Lucas non ha mai fatto mistero di sognare di rinnovare l'attuale accordo in scadenza nel 2020. Un messaggio recapitato al suo agente Enzo Montepaone già qualche mese ma, allo stato attuale, non è partita alcuna negoziazione con il duo Leonardo-Mladini.

DUE SOLUZIONI - Il futuro del numero 21 rossonero è dunque ancora tutto da scrivere. Due lo soluzioni possibili: la prima prevede che il Milan proponga a Biglia di allungare di una sola stagione l'attuale accordo, spalmando l'alto ingaggio da 3,5 milioni. La seconda, più traumatica e remota, sarebbe quella di una cessione già nella prossima estate. Lucas ha molto mercato in Cina, con l'Hebei Fortune che da tempo studia la situazione dell'ex capitano dell'Albiceleste.