302
Continua il dibattito, mentre l’attesa per le visite mediche di Divock Origi con il Milan è prossima al termine: l’attaccante belga dovrebbe arrivare a Milano all’inizio della prossima settimana, con ogni probabilità nella giornata di martedì, e iniziare la sua nuova avventura rossonera. E' l'uomo giusto per trascinare la squadra di Pioli verso l'apertura di un ciclo? Pochi gol nei suoi otto anni, prestiti compresi, al Liverpool. Alle sue spalle, intanto, lascia una città innamorata persa ed eternamente grata per le sue sporadiche ma storiche gesta.
 
CORNER TAKEN QUICKLY… - Ad Anfield, infatti, Origi il campo lo ha visto poco, soprattutto se si restringe la ricerca alle apparizioni da titolare, e ha fatto ritorno al Lille in prestito passando poi per un anno dal Wolfsburg, sempre alla ricerca della continuità, ma al ritorno in Inghilterra è riuscito ad entrare nella storia della società segnando gol destinati a rimanere per sempre nella memoria dei tifosi. A tal punto che il gol del 4-0 sul Barcellona nella semifinale di ritorno della Champions League 2018-2019, la rete che sancì la rimonta dopo il 3-0 subito all’andata, è stata indicata dai tifosi come la migliore in assoluto nei 130 anni di storia del Liverpool. Un gol piuttosto banale: Alexander-Arnold nota Origi solo al centro dell’area mentre la difesa avversaria si sta preparando al cross, lo serve di soppiatto (“corner taken quickly”, angolo battuto rapidamente, nella leggendaria telecronaca di Steve Hunter) e il belga segna. Furbo, sagace, e soprattutto iconico, permettendo ai Reds di Klopp di accedere alla finale poi vinta contro il Tottenham grazie alle reti di Salah e, ovviamente, ancora Origi. Che poi ha deciso anche qualche derby contro l’Everton negli anni: nel 2018 (sempre in quella magica stagione) grazie a una papera di Pickford e anche quest’anno, siglando il 2-0 dopo il vantaggio di Robertson. Impossibile non diventare un idolo da quelle parti.
 
IL SALUTO DI KLOPP E I DETTAGLI COL MILAN – “Per me, sarà sempre una leggenda del Liverpool ed è stata una gioia lavorare con lui. È uno dei giocatori più importanti che abbia mai avuto. Ovunque andrà, avrà successo al 100%. Sarà un momento difficile quando se ne andrà. È una leggenda del Liverpool, senza dubbio”. Così Jurgen Klopp parlando dell’imminente addio di Origi, il 20 maggio scorso. Se troverà successo al Milan è ancora presto per stabilirlo, di sicuro troverà da firmare un contratto di 4 anni a 4 milioni a stagione e un ambiente familiare vista la provenienza dal Lille di Leao, Maignan e forse anche di Sanches.
 
CURIOSITA’ – Origi è stato votato vincitore del contest per il miglior gol della storia del Liverpool da parte dei tifosi sul sito ufficiale del club battendo Gerrard e… Gerrard. Lo storico capitano infatti si è piazzato secondo e terzo con il missile al West Ham in finale di FA Cup nel 2006 e, come ricordano bene i tifosi del Milan, il colpo di testa su cross di Riise che batté Dida nella finale di Champions League a Istanbul nel 2005.