67
Il Milan inizia a programmare e pensa al futuro. Ogni mossa sarà condivisa dall’amministratore delegato Ivan Gazidis, che ha dettato la linea da seguire: giocatori giovani, talentuosi e affamati. Tanti i profili studiati, in attesa di sicurezze maggiori sul prossimo allenatore, che diverrà la guida tecnica alle scelte che verranno fatte sul mercato. A centrocampo, con Kessie in bilico, avanza con forza la candidatura di Dominik Szoboszlai.

CERCATO - Il classe 2000 del Salisburgo è uno dei maggiori talenti in giro per l’Europa. Fabio Paratici, CFO della Juve, oramai un anno fa aveva segnato anche il suo nome sul famoso foglietto, su cui appuntava gli obiettivi bianconeri. Il ‘nuovo Milinkovic’, così definito sia per l’interesse, forte, della Lazio, che per caratteristiche uniche: dribbling, corsa, tiro e capacità di segnare. Un giocatore moderno, il cui costo è però ancora contenuto.

SOSTENIBILE - Rangnick, favorito numero uno per la panchina rossonera, conosce e stima il 19enne. Il Milan riflette, consapevole che Szoboszlai risponde in pieno alla linea progettuale da tenere: è una mezzala giovane, ha talento da vendere e sarebbe un colpo in prospettiva. Anche i costi sarebbero sostenibili: l’ingaggio è basso, il cartellino - complice anche la scadenza nel 2022 - è valutato intorno ai 15 milioni di euro, cifre a cui Gazidis darebbe l’ok. La Lazio è interessata e lo segue da tempo, così come Juve e Inter, ma per Szoboszlai il Milan fa sul serio. Concorrenti avvisate.