130
Doppia corsa per il Milan. In campo, la squadra di Rino Gattuso sta proseguendo la sua striscia positiva e, dal terzo posto, guida la caccia al ritorno in Champions League che coinvolge anche Inter, Roma e, leggermente più indietro in classifica, Lazio, Torino e Atalanta. Lontano dal rettangolo verde, invece, la società è al lavoro per aumentare i ricavi e ridurre il deficit.

RILANCIO E CESSIONE - Come riporta Repubblica, il piano del fondo Elliott è quello di dare una svolta rapida a livello economico. A oggi i ricavi del Milan (214 milioni di euro) sono meno della metà di quelli dell'Arsenal (439), il punto di riferimento dell'amministratore delegato Ivan Gazidis, arrivato proprio dai Gunners. La strategia finanziaria prevede una sensibile riduzione di questa forbice, per invogliare anche nuovi investitori a entrare come soci e, in seguito, acquistare il club di via Aldo Rossi.

RIECCO USMANOV - Per questa prospettiva, c'è sempre un nome che circola con più insistenza rispetto agli altri: quello del magnate russo-uzbeko Alisher Usmanov. Il legame stretto con lo stesso Gazidis e la famiglia Singer ai tempi dell'Arsenal, di cui possedeva il 30% delle quote, rappresenta la base su cui lavorare per arrivare un giorno all'acquisto del Milan.