Continua a far discutere, in casa Milan, la bocciatura ricevuta martedì scorso dall'Uefa per quanto riguarda il settlement agreement. Una decisione che lascia i rossoneri in attesa di giudizio, mette in stallo eventuali nuovi acquisti sul mercato e rischia di avere pesanti conseguenze sulla partecipazione della squadra di Rino Gattuso alla prossima Europa League. Per oggi è previsto un cda, durante il quale verrà analizzata la situazione del club e, soprattutto, di Yonghong Li.

FIDUCIA SENZA LI - I dubbi maggiori dell'organo di governo del calcio europeo riguardano proprio il presidente rossonero e i debiti accumulati per acquistare la società da Fininvest poco più di un anno fa. Secondo il Corriere dello Sport, l'Uefa potrebbe concedere fiducia ai rossoneri solo se dovesse essere "sacrificato" Li. Il tutto aspettando ottobre, quando scadrà il termine per il rifinanziamento del debito con Elliott, che segue con sempre maggior interesse le vicende milaniste.