287

Da un’idea, quasi a sorpresa, di metà marzo alle firme previste per l’inizio della prossima settimana. Il Milan ha lavorato con forza su Divock Origi, strappandolo alla concorrenza di diversi club inglesi, spagnoli e tedeschi. Merito di Paolo Maldini che ha sempre puntato sull’ormai ex attaccante del Liverpool: lo ha convinto della bontà del progetto al primo contatto telefonico. 


LA SITUAZIONE - Origi è atteso a Milano nella giornata di lunedì per sottoporsi alle visite mediche. Uno slittamento dovuto alla situazione contrattuale dei due dirigenti Massara e Maldini (firme attese nel fine settimana).Per il centravanti belga è pronto un contratto quadriennale da 3,5 milioni di euro netti a stagione più bonus. Divock vuole essere protagonista in rossonero, motivato al massimo per questa nuova tappa professionale. Può sorridere Stefano Pioli che avrà una nuova freccia nella sua faretra.