55
Una squadra in crescita nonostante la settima sconfitta totalizzata in sole dodici partite. Questa è la sensazione che ha lasciato il Milan visto all'Allianz Stadium di Torino. Adesso i rossoneri non possono più fallire, già a partire dalla prossima sfida del 23 novembre a San Siro contro il Napoli. Gara nella quale Pioli dovrà fare a meno degli squalificati Ismael Bennacer e Hakan Calhanoglu.

TOCCA A BIGLIA- Come logica conseguenza all'assenza del nazionale algerino toccherà a Lucas Biglia prenderne il posto in cabina di regia. L'argentino ha passato le ultime tre partite in panchina senza mai subentrare e ha una grande voglia di riscatto. Doveva essere il leader del nuovo Milan di Pioli ed è invece finito a diventare la riserva di Ismael Bennacer.

FUTURO DECISO - Sul fronte rinnovo non arrivano notizie incoraggianti per l'ex Lazio. Il Milan non ha fissato alcun appuntamento con il suo agente ed è un segnale di come Biglia lascerà il club a fine stagione a parametro zero. Lucas a gennaio compirà 34 anni e ha un ingaggio da 3,5 milioni di euro netti: questi i principali motivi che hanno portato Elliott a protendere verso la fine del rapporto.