176
Una strategia di mercato ben definita, con linee guida tracciate da tempo e che non saranno più violate come successo in estate per il colpo, poi rivelatosi un flop, Gonzalo Higuain. Il nuovo amministratore delegato del Milan, Ivan Gazidis è stato intransigente finora e lo sarà anche nel corso delle prossime campagne di rafforzamento che vedranno il dt Leonardo e il ds Maldini alla ricerca di talenti giovani e di prospettiva da inserire in una rosa la cui età media continua ad abbassarsi.

NO A FALCAO - A dimostrazione di quanto il Milan faccia sul serio con la sua politica sul mercato, ovvero con la volontà di acquistare soltanto calciatori la cui età è compresa fra i 20 e i 26 anni, l'ex-dirigente dell'Arsenal e oggi ad rossonero ha già detto no al possibile acquisto di Radamel Falcao. L'attaccante colombiano, secondo Tuttosportè stato infatti proposto da Jorge Mendes sia a gennaio che in vista della prossima stagione, ma dal Milan è arrivato un secco no, senza possibilità di trattare proprio per raggiunti limiti di età del classe '86 oggi al Monaco.

SI' A EVERTON E SAINT-MAXIMIN - Il Milan aggiungerà sì almeno un tassello nel reparto avanzato, ma con profili che rientrano appieno nella linea strategica dettata da Elliott. Per questo è sempre viva la pista che porta ad Allan Saint-Maximin, ala classe 1997 del Nizza (per cui i dubbi sono più di natura caratteriale che non tecnica) e quella che spinge per l'estroso Everton, attaccante classe 1996 del Gremio e convocato (insieme a Pauqetà) da Tite nel Brasile. Profili giovani e graditi a società e Gattuso, Leonardo è al lavoro con linee guida ben definite.