52
Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, parla a DAZN: "La nostra visione non è ancora così diffusa in Italia. Ma può portare a grandi risultati, bisogna crederci fortemente e allora tutto può diventare possibile. Dovremo imparare dagli errori che ci sono e ci saranno, restando uniti, condividendo un progetto comune. Rimanere sempre il Milan. Ai nostri tifosi abbiamo chiesto di avere pazienza, di credere al progetto che stiamo lavorando. All'inizio non è stato facile, ma ora tutti vedono la direzione che vogliamo percorrere".

IL CLUB - "I successi non si trovano solo coi giovani, ma anche con elementi d'esperienza in campo e nel management. Nei nostri giocatori più giovani troviamo l'attitudine di giocare un calcio moderno, ma non si deve sottovalutare il loro carattere, la loro personalità. Pensiamo a Romagnoli e Donnarumma, giovani con leadership ed esperienza. Nel Milan ci sono veramente molti leader nella squadra, e questo è un valore unico da non perdere". 
SUI RICAVI - "Vogliamo aumentare l'ambito sportivo come club, mentre a livello aziendale vogliamo aumentare i ricavi attraverso i risultati sportivi. Infine, di fondamentale importanza per il futuro ci sarà il nuovo stadio: se vogliamo essere un club vincente e moderno, dobbiamo avere uno stadio adatto alle nostre esigenze e che possa coinvolgere tutti i nostri tifosi di oggi e di domani. Il nuovo stadio sarà fondamentale anche per l'evoluzione della città e per i milanesi, non solo per i milanisti". 

SUL FAIR PLAY FINANZIARIO - "E' uno strumento studiato per dare al calcio un maggiore sostenibilità finanziaria. Se il Covid ci avesse colpito prima del FFP, la situazione attuale sarebbe ancora più grave. Forse ora è arrivato il momento di rivederlo, adattarlo alle nuove sfide che il calcio si troverà ad affrontare nei prossimi anni".