140
Cristian Zapata e il Milan sono pronto a dirsi addio. Arrivato al Milan nell'agosto del 2012, il difensore colombiano ha totalizzato più di cento presenze con la maglia rossonera. Paradossalmente la separazione si consumerà al termine della migliore stagione da quando indossa la casacca del Diavolo.

SCELTA DI GAZIDIS - Zapata ha il contratto in scadenza a giugno e, salvo clamorosi colpi di scena, non gli verrà rinnovato. Una scelta che ha in Gazidis il principale fautore:  l’amministratore delegato rossonero ha già avuto modo in più occasioni di manifestare la sua avversità a tenere in organico giocatori over 30. Questo nonostante il parere favorevole di Gattuso che nell'esperto difensore vede un giocatore di grande affidabilità e molto importante per la dinamiche interne allo spogliatoio.

LA TRATTATIVA - La trattativa  tra l'agente dell'ex Villarreal, Ivan Cordoba, e Leonardo ha conosciuto diverse fasi. Nel mese di gennaio era arrivata una proposta dai turchi del Fenerbahce molto allettante, dal punto di vista economico, per il giocatore. Il Milan l'aveva rispedita al mittente, considerando le difficoltà fisiche di Caldara. La contromossa rossonera consisteva in una proposta per un nuovo contratto annuale alle stesse cifre attuali, ovvero 1,7 milioni di euro netti a stagione. Zapata, dal canto suo, chiedeva un biennale e da lì non voleva tornare indietro. Nelle ultime settimane lo scenario è cambiato: il Milan ha interrotto le negoziazioni, su imput di Gazidis, e l'addio pare ormai scontato.

IL FUTURO - Cordoba, recepiti i segnali provenienti dal club rossonero, non è rimasto a guardare. Per Zapata ha raccolto l'interesse del Flamengo e confermato quello del Fenerbahce. Ma attenzione anche ai sondaggi arrivati dalla Premier League: ci pensano Everton e, sopratutto, il Watford di Giampaolo Pozzo che lo conosce bene avendolo avuto all'Udinese dal 2005 al 2011.