193
MILAN: 
 
Donnarumma 6: Ordinaria amministrazione, si segnala per un paio di interventi su Rigoni e Taarabt.
 
Zapata 6,5: Attento e preciso, chiude splendidamente su Lapadula lanciato a rete.
 
Bonucci 4: Pronti e via, viene lasciato sul posto da Galabinov. Poi la combina grossa: gomitata rifilata a Rosi e Milan in 10. Non un gesto da vero capitano. Salterà, probabilmente, la sfida contro la Juventus.
 
Rodríguez 6: Tra i più lucidi in fase di impostazione, regge bene il confronto contro il rapido Taarabt.
 
Borini 6: Sempre nel vivo del gioco, attacca gli spazi ma spesso è protagonista di errori piuttosto evidenti dal punto di vista tecnico.
 
Kessie 6: Nella prima mezzora fa tanta confusione in mezzo al campo. Cresce nettamente nella ripresa dove torna il giocatore di inizio stagione, capace di trasformare l'azione difensiva in offensiva.
 
 
Biglia 5,5: Tocca una infinità di palloni, non sempre con la lucidità necessaria. Sbaglia un tocco facile per Cutrone lanciato a rete.
 
Bonaventura 5,5:  Sicuramente tra i più attivi, prova la giocata risolutiva che non gli riesce praticamente mai. Ha il solito difetto di intestardirsi nella giocata individuale, rallentando così l'azione del Milan. Lascia il campo per un problema muscolare(dal 67' Calabria 6: Fa quel che può nel finale)
 
Suso 6,5: Uno degli ultimi a mollare, salta costantemente il diretto avversario ma non basta. 
 
Çalhanoglu 6: I suoi primi 25 minuti presagivano una giornata ispirata ma deve lasciare il campo quando i suoi restano in 10.(Dal 26' Romagnoli 6,5: Entra bene in partita, annullando Galabinov prima, Lapadula poi )
 
 
Kalinic 5: Trotterella per il campo senza costrutto. Non lotta, non partecipa alla manovra e arriva tardi su un invitante suggerimento di Suso. Fischiato dal pubblico al momento della sostituzione (dall'86' Cutrone s.v)

All. Vincenzo Montella 5,5: Incomprensibile il ritardo sul cambio di un Kalinic evidentemente fuori partita. La sua panchina è in forte rischio.
 
GENOA: 
 
Perin 6: Non è chiamato a interventi particolarmente impegnativi.
 
Izzo 7: Non sbaglia un intervento, prestazione da assoluto leader difensivo.
 
Rossettini 6,5: Vince tutti i duelli contro Kalinic.
 
Zukanovic 6,5: Bada più alla sostanza che alla forma, scelta che si rivela azzeccata.
 
Rosi 6: Buona applicazione in fase difensiva, quasi nulla in fase propositiva. Protagonista dell'episodio che porta all'espulsione di Bonucci. (dal 51' Lazovic 5,5: Juric gli chiede di spingere, si accende a sprazzi)
 
Rigoni 6,5:  Tanta intensità nelle due fasi, prezioso il suo lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco. (dal 77' Ricci s.v)
 
Bertolacci 6: Sfiora il gol dell'ex con un destro a giro.
 
Veloso 6,5: Regia sapiente, rallenta il ritmo con grande esperienza.
 
Laxalt 6: Bel duello contro Borini, l'uruguaiano non sfigura.
 
Taarabt 6: Motivato contro la sua ex, gioca una gara di grande volontà e vivacità.
 
Galabinov 5,5: Ha una buona chance nel primo tempo, quando brucia in velocità Bonucci, ma grazia il Milan. Non è propriamente un fulmine di guerra. (dal 51' Lapadula 5: Ha l'occasione giusta nel finale ma la spreca malamente facendosi recuperare da Zapata)

All. Ivan Juric 6,5: Prepara una gara attenta dal punto di vista tattico e porta a casa un punto prezioso.