121
Maignan 6: ordinaria amministrazione per il forte portiere francese, nulla può sull'incornata vincente di  Østigård.

Kalulu 7: altra prestazione impeccabile del classe 2000 francese.  Si concede diverse uscite palla al piede, mostrando una sicurezza da giocatore di livello assoluto.

Gabbia 6: attento e preciso, conferma il buon momento di forma e mentale. Il mercato può attendere.

Tomori  6: esce per un risentimento al ginocchio, le sue condizioni tengono con il fiato sospeso il Milan in attesa degli esami strumentali. (dal 23' pt Florenzi 7: un motorino inesauribile, continua a correre anche dopo il fischio finale).

Hernández 7: dipinge il cross che Giroud scaraventa in porta. Ha la forza di scattare palla al piede anche nei tempi supplementari concedendosi il secondo assist della partita per Saelemaekers.

Tonali 6,5. ciak, si gira. Regia illuminata per il centrocampista lodigiano che sfiora anche il gol in un paio di circostanze.

Krunić 5: male sia in fade di impostazione che quando è chiamato a rubare il pallone agli avversari. (dal 16' st Bakayoko 6: gioca di prima, fa filtro davanti alla difesa. Un paio di cattive letture potevano costare care)

Messias 5: testa bassa alla ricerca dell'uno contro uno, ma non riesce mai a saltare l'uomo. (dal 34' st Saelemaekers 6,5: ha il merito di segnare il gol qualificazione. Intraprendente)

Maldini 5: l'avvio di gara era stata anche convincente, poi lentamente esce dal gioco e anche dal campo. (dal 16' st Diaz 5,5: non è un gran momento per il talento spagnolo che fa infuriare Pioli e si mangia un gol abbastanza semplice) 

Rebic 5,5: non è ancora al meglio e si vede, ma i suoi sono minuti importanti in vista delle prossime sfide fondamentali per il Milan.(dal 16' st Leao 7,5: categoria superiore, il classico giocatore per cui vale l'intero prezzo del biglietto. Segna anche quando vuole crossare, è in uno stato di grazia evidente) 

Giroud 7: sul gioco aereo è una sentenza e fa tornare ai tempi di Oliver Bierhoff, Realizza un gol strepitoso.

Pioli 6: missione riuscita anche se i tempi supplementari erano da scongiurare.

GENOA
Šemper 7,5:
veste il mantello di Superman con due interventi strepitosi su Gabbia e Leao.

Hefti 5,5: resta molto sulla difensiva, soffre tremendamente quando entra in campo Leao.

Vanheusden 6: prova tutto sommato sufficiente per l'ex Inter.

Østigård 6,5:
piacevole sorpresa, gol realizzato a parte. Difensore arcigno e con un buon senso della posizione.(dal 5' sts Bani s.v) 

Vásquez 6:
con Messias ha vita facile, perde le misure su Saelemaekers anche per via della stanchezza. 

Portanova 5: ha sui piedi l'occasione per il raddoppio ma la fallisce clamorosamente.  (1' sts Ghiglione s.v) 

Badelj 6,5:
prezioso in fase di non possesso, uomo d'ordine a centrocampo. 

Melegoni 6: tiene bene il campo e si fa notare per una conclusione che sibila di poco a lato. 

Ekuban 5,5: non si accende mai. (dal 25' st  Cassata 5,5: entra con il mare in tempesta e non riesce a salvare la truppa)

Caicedo 6: lavora molto per la squadra.  (dal 17' st Destro 5,5: Kalulu non gli fa toccare un pallone)

Yeboah 6:
buoni numeri e velocità, da rivedere.  (dal 41' st Pandev 5: impalpabile).

Shevechenko 6:
notte di mille emozioni per il tecnico ucraino, osannato dai suoi ex tifosi ma con il destino segnato.