424
Il Milan pareggia in rimonta all'Allianz Stadium contro una Juventus che l'aveva messo in difficoltà per oltre 70 minuti, ma il punto ottenuto a Torino certifica la crescita del gruppo guidato da Stefano Pioli che corre senza sosta verso un'altra annata importante per sé e per il club. L'obiettivo dichiarato resta quello di rientrare in Champions League, ma facendolo attraverso lo sviluppo di giocatori che rappresentano e rappresenteranno un valore aggiunto per il club e viceversa. Per questo le dichiarazioni di Maldini e Pioli nel pre e post partita rappresentano un messaggio tutt'altro che velato a chi se ne è già andato come Calhanoglu e Donnarumma, ma anche a chi vive una situazione ancora in bilico con un rinnovo in scadenza a fine stagione come Kessie e Romagnoli.

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati

DA MALDINI... - La prima stoccata è arrivata nel prepartita con le parole del direttore tecnico Paolo Maldini che parlando di Locatelli ha tirato una frecciata importante proprio a questo gruppo di calciatori passati e presenti: "Locatelli? Noi gli abbiamo chiesto di rimanere, lui ha chiesto di andare via. Al Milan rimane solo chi è motivato e ha voglia di rimanere". Un messaggio netto, che ha preceduto in realtà parole dolci sia per il centrale italiano che per il centrocampista ivoriano, ma che certifica come il club rossonero non farà sforzi fuori dai proprio piani economici per rinnovare.
...A PIOLI - Nel post-partita, invece, è stato Stefano Pioli ha rimarcare indirettamente il concetto elogiando quei giocatori come Tonali, Leao e Brahim Diaz che in questo Milan stanno trovando sempre più spazio dopo aver scelto, anche con mosse di mercato importanti, di restare in rossonero: "Sono felicissimo dei ragazzi che stanno crescendo. Loro hanno grandissima disponibilità, hanno tenacia, qualità e credono nel lavoro che facciamo. Quando c'è il senso di appartenenza si vede". Messaggio recapitato ai due destinatari. Ora la palla passa Kessie e Romagnoli, e ai loro agenti.

@TramacEma