69
In un anno tutto è cambiato. Il trasferimento al Borussia Dortmund, la vittoria al Mondiale under 17 con l'Inghilterra, la maglia da titolare con il club della Ruhr fino alla chiamata di Southgate, per le sfide della nazionale di Sua Maestà contro Croazia e Spagna. La vita calcistica di Jadon Sancho, in dodici mesi, ha preso il volo, ora nessuno gli imputa di aver lasciato troppo frettolosamente il Manchester City, ora tutti lo applaudono, ora tutti lo vogliono. Basta riavvolgere il nastro per capire cosa è successo: estate 2017, Guardiola stravede per Sancho ma non può garantirgli il posto in prima squadra, l'ex Watford sceglie di non rinnovare e di ascoltare le sirene tedesche. La decisione è rischiosa ma azzeccata: al Westfalenstadion, nonostante la giovane età, fa il salto tra i grandi e convince tutti, conquistandosi la fiducia di Favre, che l'ha lanciato titolare nell'ultima sfida di campionato contro l'Augsburg.

IL MILAN LO OSSERVA - Il presente di Sancho si chiama Borussia Dortmund, il futuro è un'incognita. Nonostante il recente rinnovo del contratto fino al 2022, Sancho potrebbe partire a fine stagione. Sono molti i club che hanno mandato i rispettivi scout a guardarlo da vicino, tra questi, secondo quanto appreso da Calciomercato.com, anche il Milan, che segue l'attaccante esterno dal Mondiale under 17 in India dello scorso anno. Il problema è come sempre rappresentato dal prezzo: Sancho non ha una clausola rescissoria ma ha una valutazione molto alta, di oltre 50 milioni di euro.