216
Lo scorso 31 luglio, a margine dell'amichevole contro il Pordenone, Gasperini aveva svelato il desiderio di Josip Ilicic di provare una nuova esperienza, lasciando così l'Atalanta. Dopo ormai quattro stagioni giocate con la Dea (condite da 56 gol e 39 assist), il 33enne ex Fiorentina e Palermo considera conclusa la sua avventura a Bergamo, alla ricerca di nuovi stimoli. Lo sloveno è uno dei nomi principali sul taccuino di Maldini e Massara per rinforzare la trequarti del Milan, favorito anche dalla conoscenza della Serie A, dalla duttilità – può giocare trequartista, seconda punta o esterno a destra – e avrebbe dei costi particolarmente ridotti. L'Atalanta, però, non vuole lasciarlo andare via gratis e anche dal campo oggi è arrivato un segnale forte: Ilicic titolare e protagonista nel 7 a 1 rifilato all'Alessandria in amichevole, con ben due reti siglate dallo sloveno.

LE RICHIESTE – A differenza di tanti altri nomi – da Ziyech a Vlasic, passando per i vari Isco e James Rodriguez – quello di Ilicic è un profilo che piace molto per l'effettiva occasione che rappresenta. Il Milan per il suo cartellino non vuole spendere più di qualche milione di euro, proponendo quindi un minimo indennizzo all'Atalanta o un prestito con diritto di riscatto. Maldini avrebbe già il gradimento espresso dal calciatore, che ha aperto ad un trasferimento a Milano sponda rossonera. La Dea, però, rimane ferma sulla sua posizione: la richiesta è di almeno 8 milioni di euro per far partire Ilicic.
SITUAZIONE ZIYECH – Un capitolo a parte lo merita Hakim Ziyech, che nelle idee della dirigenza rossonera sarebbe il vero e proprio colpo Champions. Anche lui mancino affilato che può partire defilato sulla destra oppure al centro della trequarti, con grande esperienza internazionale e nel pieno della sua maturità. Il Chelsea, però, per il marocchino spara alto e chiede circa 40 milioni di euro. E l'ottimo primo tempo giocato nella Supercoppa Europea contro il Villarreal non aiuta il Milan: bel gol che ha sbloccato la gara e diverse giocate di alta scuola. Ziyech poi è stato anche sfortunato, costretto ad uscire poco prima dell'intervallo a causa di un infortunio alla spalla. Una prestazione, comunque, che lo avvicina ancora di più a rimanere a Londra un'altra stagione.

BRACCIO DI FERRO – Dal mancino di Ziyech a quello di Ilicic. Il Milan per il momento temporeggia e non affonda il colpo, non è intenzione di Maldini e Massara accontentare le richieste dell'Atalanta per lo sloveno. La sensazione è che i rossoneri possano aspettare ancora, lasciando scorrere i giorni in attesa che i bergamaschi si ammorbidiscano, concedendo un possibile sconto. Dal fronte nerazzurro, però, la posizione è chiara: Ilicic è considerato parte integrante della rosa, gioca e si rende protagonista in amichevole e non c'è nessuna rottura con la società, almeno per il momento.