171
L’adrenalina per una partita fondamentale, la grande paura per Kjaer e poi la gioia per una netta vittoria. Per il Milan la notte di Marassi è stata una luna park di emozioni contrastanti. Preoccupano molto le condizioni del difensore danese, uscito dalla gara con le mani sul volto e una borsa del ghiaccio sul ginocchio. Simon è il leader della difesa rossonera, un giocatore troppo importante per Stefano Pioli: i tifosi rossoneri aspetteranno ora l'esito degli esami strumentali, per capire l’entità di un infortunio che potrebbe tenere l’ex Atalanta a lungo lontano dai campi. 

UNA MANO DAL MERCATO - L’incidente occorso a Kjaer ridisegna i piani del Milan sul mercato. Paolo Maldini e Frederic Massara saranno costretti ad anticipare l’arrivo di un nuovo difensore centrale già nel mercato di gennaio. Diversi i profili che verrano sondati nelle prossime ore: il sogno si chiama Bremer del Torino ma non è sicuramente di facile realizzazione data la grande concorrenza. In lista ci sono anche Badiashile del Monaco, Medina del Lens e Okoli dell’Atalanta, ma in prestito alla Cremonese.
CALDARA - Un'opzione sarebbe anche quella di riportare a Milano Caldara anche se il giocatore si trova benissimo al Venezia e vorrebbe chiudere la sua stagione in arancio neroverde. La sensazione è che la ricerca dello scouting rossonera possa orientarsi su un centrale più esperto a gennaio mentre i nomi seguiti nelle scorse settimane siano più delle possibilità per la prossima estate quando il Diavolo andrà in missione per trovare un’alternativa di valore a Tomori.