18
Incontro informale e cordiale, ma importante in ottica futuro: il Milan, a Nyon con il nuovo dirigente Ivan Gazidis, ha visto gli esponenti dell’Uefa per esporre quella che è la posizione del club e della sua proprietà in merito alla sentenza emanata dalla Camera Giudicante, che impone al Milan di arrivare al break-even entro la stagione 2020-21.

NESSUN EFFETTO SUL MERCATO DI GENNAIOUn limite temporale ritenuto iniquo dal Milan e da Elliott, che ha confermato di volere più tempo per arrivare a quell’obiettivo prefissato dalle regole del Fair Play Finanziario: aria di mediazione per arrivare davanti al TAS con un accordo che poi andrebbe ratificato dal tribunale arbitrale dello sport di Losanna, per evitare la battaglia legale. Secondo quanto riferisce Sky Sport, non ci saranno effetti immediati nella sessione di mercato invernale dall'incontro interlocutorio avvenuto quest'oggi: le evoluzioni del meeting di oggi si potrebbero vedere tra febbraio e marzo.