72
Ci siamo, il momento clou sta per arrivare. Alle 15 Milan e Inter scenderanno in campo a San Siro per dare vita al derby più importante degli ultimi 10 anni, dal punto di vista della classifica e della posta in palio. Nel 2011 l'ultima stracittadina che valeva lo scudetto, vinta per 3-0 dai rossoneri di Allegri sui nerazzurri di Leonardo: terzo scontro tra le due milanesi in questa stagione, dopo la vittoria di Ibrahimovic e compagni per 2-1 all'andata e la rivincita per Lukaku e i suoi nel match degli ottavi di finale di Coppa Italia. La bella può valere il titolo, ecco come ci arrivano le due squadre e le probabili formazioni in vista del derby scudetto.


Milan-Inter - Domenica, ore 15.00, Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Daniele Doveri della sezione di Roma
Classifica: Inter 50 punti, Milan 49 punti


QUI MILAN: REBIC BATTE LEAO - Il Milan arriva al derby in una fase della stagione non brillante, reduce dal brutto ko contro lo Spezia e dal pari di Europa League contro la Stella Rossa, a Belgrado, subito nei minuti di recupero: rispetto alla gara europea, tornerà Ibrahimovic dal primo minuto al posto di Mario Mandzukic, fuori a causa di un problema muscolare. Sulla trequarti Calhanoglu e Saelemaekers, con il solito ballottaggio a sinistra, tra Ante Rebic e Rafa Leao: il croato è avanti, come emerso dalla rifinitura. A centrocampo fuori Bennacer, nuovamente infortunato: giocheranno Tonali e Kessie. In difesa torna Calabria a destra dopo aver saltato le partite di La Spezia e Belgrado, mentre Theo Hernandez agirà a sinistra. Al centro della difesa toccherà a capitan Romagnoli e al rientrante Kjaer, che è avanti sul positivo Tomori delle ultime sfide. Obiettivo, tornare in testa.
Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer (Tomori), Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic (Leao); Ibrahimovic


QUI INTER: ERIKSEN BATTE VIDAL - L'Inter arriva meglio dei cugini, reduce da tre vittorie di fila e a secco di sconfitte dal 6 gennaio. Antonio Conte ritrova Vidal, ma perde per l'ennesima volta Sensi, alle prese con un affaticamento muscolare: Eriksen appare comunque in netto vantaggio sul cileno per il ruolo di mezz'ala sinistra, dato che l'ex Juve non sembra in condizione per giocare dal 1', ma occhio alle sorprese. Il resto è scontato: dietro Skriniar-de Vrij-Bastoni, mentre davanti Lautaro-Lukaku, per volare a più 4. Sulle fasce confermatio Hakimi, mentre nelle ultime ore Darmian insidia da vicino Perisic, molto positivo contro la Lazio. Intoccabili Barella e Brozovic.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (Vidal), Darmian (Perisic); Lautaro, Lukaku.