1056
Un grandissimo gol di Locatelli decide Milan-Juventus, il secondo anticipo della nona giornata di campionato in Serie A dopo il derby tra Sampdoria e Genoa. I campioni d'Italia incassano la seconda sconfitta stagionale sempre a San Siro, dove contro i rossoneri non perdevano dal 25 novembre 2012, sfida decisa da un rigore di Robinho.

LE FORMAZIONI - Benatia prende il posto dell'infortunato Chiellini. Allegri recupera Marchisio e Mandzukic per la panchina, dove si accomoda pure il giovane Kean (classe 2000). Donnarumma (classe 1999) difende i pali del Milan e sfida il maestro Buffon, 38 anni e non sentirli. Senza l'infortunato Montolivo (incitato con uno striscione in Curva Sud), Montella affida le chiavi del centrocampo a Locatelli (classe 1998). 

PRIMO TEMPO - Due episodi chiave: Dybala si procura un infortunio muscolare cercando un gol alla Maradona da metà campo e viene sostituito da Cuadrado; poi Pjanic soprende Donnarumma direttamente su calcio di punizione ma, dopo le proteste dei rossoneri, l'arbitro Rizzoli si consulta con il guardalinee e annulla il gol per un fuorigioco di Bonucci che non c'era. 
SECONDO TEMPO - Il Milan passa in vantaggio con un euro-gol di Locatelli
, il primo tra i titolari rossoneri in campo a segnare una rete in carriera a Buffon, con un siluro sotto all'incrocio dei pali. Montella si copre inserendo prima Poli al posto di Niang e poi Gustavo Gomez per Locatelli, Allegri risponde sostituendo Benatia con Mandzukic. All'ultimo minuto di recupero Donnarumma salva il risultato su Khedita e il Milan vola a -2 dal primo posto in classifica occupato dalla Juventus