212
Il nuovo Milan cinese punta in alto, anche sul mercato. L'idea per l'attacco della prossima stagione è quella di centrare una grande accoppiata: Keita più Aubameyang. Come si legge sul Corriere dello Sport, Fassone e Mirabelli si sono già messi la lavoro, sapendo che non sarà facile convincere la Lazio e il Borussia Dortmund. 

KEITA - I contatti, oltre che gli incontri, con il suo agente, Calenda, sono stati frequentissimi e il feeling si può dare per assodato. Il nodo riguarda il contratto dell'attaccante con la Lazio: è in scadenza nel 2018 e finora non c'è mai stata la possibilità di arrivare ad un'intesa per rinnovo. Al contrario, più di una volta è stata sfiorata la rottura e anche lo scorso week-end Tare e lo stesso Calenda non se le sono mandate a dire. A questo punto, si tratta di capire quali siano le intenzioni di Lotito. La sua valutazione per Keita è sempre stata di 30 milioni di euro, con il Milan che aveva già provato a mettere in piedi l'operazione a gennaio. Si abbasserà la prossima estate, ad un solo anno dalla scadenza del contratto? Qui si gioca la partita e qui la coppia Fassone-Mirabelli proverà a infilarsi. 
AUBAMEYANG - A differenza di Lotito, il Borussia Dortmund non ha mai eretto barriere per bloccare i suoi gioielli. Piuttosto, li ha sempre fatti pagare molto cari, avendo la certezza di riuscire regolarmente a individuare i migliori sostituti. Evidentemente, varrà anche per Aubameyang, che in più di un'occasione ha manifestato propositi di addio. Vuole fare un altro balzo in carriera, sbarcando in una big assoluta. Si dice che sogni il Real Madrid, che però potrebbe avere altri piani per l'estate. In ogni caso, è certo che se finirà sul mercato, la fila per lui sarà lunga e di altissimo livello. Ci sarà anche il Milan, nel cui settore giovanile, peraltro, Aubameyang è cresciuto, per poi essere spedito in Francia. Questa potrebbe essere una carta interessante da sfruttare. Fermo restando che l'investimento sarà pesantissimo: potrebbero non bastare 50-60 milioni di euro. Con un budget per il mercato in tripla cifra, però, certi obiettivi devono comunque essere considerati alla portata. Non a caso, le alternative sono comunque di altissimo livello e assai costose, vedi Bernardeschi e Aguero.