Con le motivazioni complete del TAS che non sono ancora state rese note, la UEFA ha deciso di attuare in via precauzionale alcune misure di temporanea sospensione della liquidazione dei ricavi spettanti ai club in relazione alla partecipazione all’Europa League 2018-19. In virtù di questa situazione, la capogruppo AC Milan SpA, visto il parare anche dei propri consulenti, ha deciso di stanziare nel bilancio al 30 giugno 2018, uno stanziamento prudenziale a copertura del rischio di derivante dall’applicazione di eventuali sanzioni economiche da parte dell’UEFA.

A riportare la notizia MilanNews.it.