La carriera di Junior Messias è al punto più alto: un anno e mezzo al Milan, quasi 50 presenze in rossonero e anche due gol in Champions League. Dopo una stagione tra alti e bassi, ora il giocatore ha colpito anche Pioli: "Quest'anno lui e Bennacer mi hanno impressionato molto". Un anno fa gli applausi erano per Tonali e Leao, oggi se li prende il brasiliano che su 15 gare stagionali sono più quelle che ha fatto da titolare che quelle in cui è subentrato.

LA FIDUCIA - Junior ha messo la freccia superando Saelemaekers nelle gerarchie rossonere. In estate lo voleva il Monza, ma il Milan ha fatto muro e gli ha garantito piena fiducia. A parole e con i fatti: nelle ultime quattro partite giocate prima della sosta è sempre partito titolare rimanendo in campo per tutti i novanta minuti nella metà delle gare. 

IL MERCATO - Lì sulla trequarti però c'è un cartello: 'lavori in corso'. Qualcosa può cambiare e il nome più caldo in entrata rimane quello di Hakim Ziyech del Chelsea. Se il Milan dovesse affondare il colpo per il marocchino potrebbe chiudere un'operazione anche in uscita, a quel punto non è escluso che il sacrificato possa essere proprio Messias. Al momento però l'ex Crotone si gode il presente al Milan e l'allenatore lo considera un elemento importante della squadra: lui come Bennacer, i due nomi da cerchiare in rosso(nero). Parola di Pioli.