123
L'amichevole di Cesena ha messo in risalto le carenze offensive del Milan di Giampaolo. Non è una questione di mentalità o moduli, quanto di interpreti. Ecco perchè il tecnico rossonero si aspetta un nuovo innesto nel reparto offensivo. La priorità risponde sempre al nome di Angel Correa dell'Atletico Madrid, anche se rimane una pista molto difficile. È tornato in auge il nome di Mariano Diaz, attaccante fuori dal progetto tecnico del Real Madrid.

PERCHE' SI' - Il Milan è tornato a dialogare in maniera proficua con il Real Madrid, come ai tempi di Adriano Galliani. Merito del lavoro di Boban e Maldini che hanno attuato una strategia perfetta per assicurarsi Theo Hernandez e strapparlo alla concorrenza del Bayer Leverkusen. Secondo quanto risulta a calciomercato.com, il nome di Mariano Diaz era già stato motivo di discussione tra i due club più di un mese fa. Può fare la prima o la seconda punta, nella sua esperienza al Lione ha dimostrato di avere un ottimo feeling con il gol.

PERCHÉ NO - Secondo le verifiche fatte dalla nostra redazione, il Milan è però ancora un po' freddo sulla situazione del giocatore di Zidane. L'attaccante dominicano ha un ingaggio molto pesante (superiore ai 5 milioni di euro) e un valore del cartellino superiore ai 25 milioni di euro. Considerano che il Milan contempla solo acquisti a titolo definitivo, è ben spiegato che le condizioni economiche risultano essere quasi proibitive. Se non dovesse uscire Andrè Silva, il Diavolo avrebbe la necessità di trovare sul mercato un giocatore con caratteristiche diverse rispetto all'ex Lione. Al momento Mariano resta solo un'ipotesi, ma non è detto che le dinamiche di mercato di questi ultimi giorni possano cambiare lo scenario.