Non si placano le polemiche intorno a Milan-Lazio. Dopo le scintille finali, con Luiz Felipe arrivato a contatto con Suso, scatenando un parapiglia in mezzo al campo; dopo la maglia di Acerbi mostrata alla Curva Sud da Bakayoko e Kessie, con tutto quello che ne è scaturito; ecco che arriva un nuovo particolare sulla calda sfida di San Siro, fondamentale per la corsa alla Champions League. 

L'ACCUSA - Come scrive Il Messaggero, infatti, gli ispettori di campo hanno annotato nel loro referto altri episodi della rissa, con Lucas Leiva, centrocampista biancoceleste, che ha rivolto una frase a Ugo Allevi, ufficio stampa del Milan in sedia a rotelle: "Stai seduto e zitto" la frase del brasiliano, alla quale il dipendente rossonero ha risposto con un "testa di c...o". Ora anche l'ex Liverpool, oltre a Patric, Luiz Felipe, Bertolacci, Bakayoko e Kessie, rischia un provvedimento disciplinare. 

IL COMUNICATO - Attraverso un comunicato pubblicato sul suo account twitter il centrocampista Lucas Leiva si è voluto difendere dalle accuse​ definendole false ed infondate: ""Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false ed infondate" LEGGI QUI TUTTO IL TESTO DEL COMUNICATO