Allo Stadio Luigi Ferraris di Genova va in scena Sampdoria-Milan, posticipo del 33° turno di Serie A: il match si è concluso con il risultato di 0-1: decide la rasoiata di Bacca. Queste le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6: prende un colpo al viso in occasione del gol annullato a Dodò, ma nulla lo ferma. Quando tocca a lui risponde presente, che siano uscite alte o una conclusione ravvicinata di Quagliarella.

Abate 6,5: altra prestazione di alto livello, non solo dal punto di vista tecnico ma anche per la costante carica che trasmette ai compagni e che aiuta a tenere sempre alta la concentrazione. Dalle sue parti non passa nulla, prezioso anche in area con un paio di diagonali.

Alex 6: partita senza strappi e senza sbavature, ordinato per tutta la partita.

Romagnoli 6: soffre in alcune occasioni quando deve marcare Quagliarella nell'uno contro uno spalle alla porta ma non commette grossi errori.

Antonelli 6,5: bene come Abate, soprattutto in fase di copertura. Nella ripresa diventa preziosissimo sui palloni alti grazie alla sua abilità nel gioco aereo, spazza diversi pericoli.

Kucka 6: nel pre-partita preoccupa tutti per un colpo alla caviglia, poi in campo risulta il solito guerriero. Quando sfrutta il fisico i blucerchiati non riescono a contenerlo o a superarlo, unico neo l'ammonizione che lo costringerà a saltare la prossima partita. Montolivo 6: rispetta alla lettera quanto chiede Brocchi, cercando di abbassarsi a ridosso della propria area per iniziare sempre l'azione da dietro. La Samp però capisce in fretta e lo marca stretto, il capitano non va comunque in difficoltà.

Bertolacci 5: cambia l'allenatore, non il copione. L'ex Genoa non morde mai, sbaglia molto e perde un pallone pericoloso al limite della propria area provocando una punizione pericolosa. Da lì subisce un colpo all'arcata sopraccigliare e peggiora ulteriormente, ennesima prova deludente (dal 54' Poli 5,5: l'impatto non è dei migliori, la sua generosità lo porta a strafare e a innervosirsi innescando un accenno di rissa).

Bonaventura 6,5: ci mette un'ora abbondante ad interpretare il nuovo ruolo di trequartista come chiede Brocchi, tende sempre ad allargarsi molto e fatica a trovare la giocata giusta. Quando accende la luce lui però il Milan passa: due lampi, uno sprecato da Kucka, uno capitalizzato da Bacca (dall'88' Boateng sv).

Bacca 6,5: tre occasioni un gol, la media realizzativa è buona anche se nelle prime due occasioni, soprattutto quando ci prova con la rabona, avrebbe potuto fare meglio. Sbaglia anche qualche passaggio di troppo ma alla fine l'importante è tornare a segnare, missione compiuta (dall'80' Menez sv).

Balotelli 6,5: Brocchi lo ha spronato ancora una volta e gli ha affidato il gioco, lui ripaga la fiducia e mette a referto la seconda prestazione positiva. Costruisce, aiuta anche in fase di copertura, prova in tutti i modi ad incidere ma soprattutto conquista tanti, tanti falli che fanno respirare i rossoneri e aiutano la squadra a salire. L'atteggiamento è giusto, non cade nelle provocazioni e resta concentrato: gli manca solo il gol.

All. Brocchi 6: buona la prima ma non senza fatica. Il nuovo modulo, come preventivato, genera qualche difficoltà iniziale soprattutto per quanto riguarda la trequarti: i meccanismi sono tutti da oliare ma i margini di miglioramento ci sono. Dai singoli arrivano risposte contrastanti: Bertolacci stecca clamorosamente anche questa sera, Balotelli invece sembra aver trovato la giusta condizione mentale mentre Bacca ritrova la via del gol. Mantenuta la tradizione positiva degli esordi per gli allenatori del Milan e ritorno alla vittoria per i rossoneri dopo cinquanta giorni: Brocchi ha avuto il suo 5%, ora bisogna aumentare questa percentuale.

Twitter: @Albri_Fede90