76
Oggetto misterioso, sorpresa, azzardo. Ora per Rafael Leao può arrivare una nuova 'etichetta' nel Milan: scommessa su cui continuare a puntare. La prova del portoghese nel derby non è passata sotto traccia, forse la nota più positiva in una serata drammaticamente buia per i rossoneri: applaudito dai tifosi, ma il classe '99 ha incassato soprattutto i complimenti del suo allenatore Marco Giampaolo che fino alla notte di San Siro aveva sempre mostrato riluttanza nell'utilizzarlo. Dubbi principalmente legati alle difficoltà di adattamento tattiche, che avevano portato alle panchine contro Brescia e Verona dopo gli scampoli di partita concessi a Udine. Esclusioni che avrebbero potuto aprire un piccolo caso, ma nel momento più delicato ecco la sorpresa che non ti aspetti. Giampaolo lancia Leao contro l'Inter, l'ex Lille risponde presente e non delude: disciplina tattica ed intraprendenza nell'uno contro uno, esattamente quello che si aspettava da lui Giampaolo. Ed Elliott, che su di lui ha investito complessivamente 28 milioni di euro (23 cash più il cartellino di Djalò), facendone l'acquisto più costoso della campagna di mercato estiva.

NUOVA CHANCE - Primo passo per ripagare la fiducia di proprietà e tecnico, ora caccia alla continuità di minutaggio e a pochi giorni dal derby può arrivare l'occasione di confermarsi. Le ultime indiscrezioni che filtrano da Milanello, lasciano intendere che Giampaolo non sia indirizzato a stravolgere l'undici titolare in vista dell'impegno con il Torino e mentre Rebic scalpita per una maglia dal 1', proprio Leao potrebbe avere una nuova chance per mettersi in mostra allo Stadio Olimpico Grande Torino. Da esterno o da punta centrale, il tecnico attende fino all'ultimo per sciogliere le riserve. Ma la prova del portoghese nel match più delicato è ancora impressa negli occhi, Rafael ancora titolare è più che un'idea.
@Albri_Fede90